Celiachia, Collina testimonial della campagna istituzionale

001.jpg

ROMA – Con lo slogan “Se lo riconosci lo puoi invitare a cena” prende il via la campagna di comunicazione dell’AIC sulla celiachia che vede l’ex arbitro internazionale Pierluigi Collina, oggi Responsabile della CAN A-B, protagonista di uno spot televisivo e testimonial d’eccezione sulle pagine di quotidiani e periodici insieme a Gaia De Laurentiis e Daniele Bossari.

Obiettivo della campagna far conoscere la celiachia, sottolineare l’importanza della diagnosi precoce e dimostrare che i celiaci possono ormai condurre una vita normale grazie a una dieta appropriata.
Se la riconosci, non fa più paura. Perché con la celiachia oggi si può vivere normalmente: uscire a cena, mangiare un gelato, prenotare una vacanza sicuri di trovare cibi adatti a chi soffre di intolleranza al glutine, non è più un problema. È questo uno dei risultati più importanti raggiunti dall’Associazione Italiana Celiachia (AIC) grazie al costante impegno a fianco dei pazienti in 30 anni di attività.

Pierluigi Collina è protagonista con la sua famiglia della campagna stampa e dello spot televisivo che andrà in onda sulle reti RAI e Mediaset, dove interpreta se stesso nelle vesti di padre di una ragazza celiaca. Così racconta la sua esperienza: “Mia figlia aveva 11 anni quando si è manifestata la malattia. La bimba ha perso moltissimo peso in poco tempo, eravamo davvero preoccupati perché non riuscivamo a capirne il motivo: avevo pensato a disturbi di carattere psicosomatico, temevo che potesse avere carenze gravi in un periodo di crescita così delicato. Abbiamo vissuto le difficoltà maggiori prima della diagnosi: per fortuna abbiamo scoperto abbastanza velocemente che si trattava di celiachia, grazie all’intuizione di un medico amico (Angelo Pizzi, attuale responsabile del Modulo Bio-Medico del Settore Tecnico Arbitrale, ndr) . Oggi nessuno potrebbe dire che mia figlia ha un’intolleranza alimentare: la sua vita è del tutto uguale a quella dei suoi coetanei e può anche andare a mangiare una pizza o ordinare cornetto e cappuccino al bar perché trova ovunque prodotti garantiti. Piccole cose, in realtà grandi conquiste che aiutano molto i pazienti e che sono state ottenute grazie all’attività dell’Associazione”.

La campagna di AIC mira a diffondere la conoscenza della celiachia, i rischi correlati alla mancata diagnosi e l’importanza dello screening diagnostico per le persone con sintomi riconducibili alla malattia, ancora fortemente sottostimata.
Per ulteriori informazioni www.celiachia.it .

fonte aia-figc.it

Celiachia, Collina testimonial della campagna istituzionaleultima modifica: 2009-10-06T09:00:00+02:00da aicsgravina
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Celiachia, Collina testimonial della campagna istituzionale

  1. Caro sig. Collina, quando ho appreso lo scorso anno che anche una delle sue figlie é affetta da celichia, mi sono sentita solidale con Lei. Purtroppo conosco molto bene il problema , nella nosra famiglia abbiamo ben 4 celiaci,nostra nuora e i nostri 3 nipoti 2 femmine e un maschio. Se ci vorrà contattare potremo scambiare esperienze , siamo di Bologna. Saluti Grazia

Lascia un commento